Castagne: Benefici e Utilizzo - Sifa Dieta"

Blog

CASTAGNE: I CEREALI CHE CRESCONO SULL’ALBERO

CASTAGNE: I CEREALI CHE CRESCONO SULL’ALBERO

CASTAGNE: I CEREALI CHE CRESCONO SULL’ALBERO

Introduzione

 

Il castagno (Castanea sativa) è una specie polivalente coltivata per legname, noce, tannino e contribuisce positivamente al paesaggio forestale. È distribuito principalmente nell’emisfero settentrionale ed è l’albero da cui si ricavano le castagne. Le castagne sono frutti tipicamente autunnali, dal sapore dolce e dotate di moltissime proprietà. Nascono allo stato selvatico ed è per questo che se ne trovano di diverse forme, dimensioni e sfumature di colore. A differenza dei marroni, i quali invece, derivano da una cultivar più recente, ovvero da incroci ed innesti ed è per questo che sono più pregiati.  Non casualmente, infatti, studi condotti su diverse variabilità hanno mostrato differenze sulla composizione dei nutrienti che corrispondono all’elevata diversità genetica riscontrata tra cultivar, precedentemente verificata dalla morfologia e marcatori molecolari. Questa variabilità dei nutrienti può essere utile per selezionare cultivar specifiche per il mercato, come la produzione di farina.

Valori nutrizionali

Le castagne sono ricche di fibre e a differenza di altri frutti sono principalmente fonte di carboidrati complessi, venivano infatti definite “i cereali che crescono sull’albero” ed è per questo che bisognerebbe consumarle, appunto, al posto dei cereali. Contengono una buona quantità di acqua, una piccola percentuale di proteine e di grassi, prive di colesterolo. Inoltre apportano micronutrienti importanti quali potassio, fosforo, calcio e ferro, oltre che vitamine del gruppo B. Il loro apporto energetico varia a seconda della modalità di cottura, ma sono senz’altro un alimento saziante e funzionale per le caratteristiche descritte. Prive di glutine, facilmente digeribili, utili in caso di stitichezza.

Proprietà antiossidanti

La letteratura scientifica presenta diverse indagini circa il potenziale antiossidante di questi frutti per il contenuto totale di fenoli e flavonoidi (Fig.1). In uno studio in particolare, le proprietà antiossidanti degli estratti di castagno (fiori, foglie, bucce e frutti) sono state valutate attraverso diversi saggi biochimici: attività di scavenging dei radicali DPPH (2,2-difenil-1-picrylhydrazyl), potere riducente, inibizione di -carotene sbiancante, inibizione dell’emolisi ossidativa negli eritrociti e inibizione della perossidazione lipidica nel tessuto cerebrale del maiale attraverso la formazione di sostanze reattive all’acido tiobarbiturico (TBARS). Questi test hanno permesso di affermare come effettivamente le castagne siano degli ottimi antiossidanti, soprattutto il contenuto del loro guscio.

contenuto totale di fenoli e flavonoidi di castagne.
Fig.1: contenuto totale di fenoli e flavonoidi di castagne.

Conclusioni

Le castagne sono dei frutti speciali dalle moltissime proprietà e andrebbero consumati soprattutto nella stagione in cui le troviamo: l’autunno. Rappresentano una valida alternativa ai cereali in chicco ed essendo prive di glutine possono essere consumate anche da chi manifesta un’intolleranza ad esso o è celiaco. Ideali in una vellutata di verdure con del formaggio magro o ancora come snack da accompagnare, ad esempio, a del cioccolato fondente.

AUTORE
Dott. Fabrizio D’Agostino

  • Laureato in Scienze Motorie
  • Laureato in Biotecnologie per la salute
  • Laurea specialistica in Scienze della Nutrizione Umana
  • Master in Dietetica Applicata allo Stile di Vita: dalla Sedentarietà all’Attività Sportiva
  • Presidente della SIFA (Società Italiana Fitness e Alimentazione)
  • Ideatore del software per l’allenamento Fitnessplay.net 
  • Ideatore del software nutrizionale Sifadieta.com

 

Bibliografia

  • Chemical composition of chestnut cultivars from SpainS. Pereira-Lorenzoa,*, A.M. Ramos-Cabrera, M.B. Dı ́az-Herna ́ndeza,M. Ciordia-Arab,D.Rı ́os-Mesa
  • Antioxidant activities of the extracts from chestnut flower,leaf, skins and fruitJoa ̃o C.M. Barreiraa,b, Isabel C.F.R. Ferreiraa,*, M. Beatriz P.P. Oliveirab,Jose ́Alberto Pereira